CalcioJuventus

La voglia di rinascita di Bernardeschi

La nazionale sta ricaricando il giocatore della Juve

C’è chi lo vede complicato, ma magari perché vede tutta la sua vita complicata. Io lo considero semplicemente un periodo che nel calcio ci può stare”. Le parole di Federico Bernardeschi, ai microfoni di Raisport dopo la gara con la nazionale, sono quelle di un calciatore consapevole. La presa di coscienza di un atleta non nel periodo migliore ma anche con tanto tempo per ritornare quello che incantò nella notte della “remuntada” all’Atletico Madrid.

RUOLO NON DEFINITO

L’ex Fiorentina ha giocato da esterno di centrocampo, ala pura, trequartista, “falso nueve” in nazionale e qualcuno lo ha anche immaginato terzino a tutta fascia ricalcando le orme di Zambrotta. Ma in che ruolo giocò nella miglior serata in maglia bianconera? quella di Champions contro l’Atletico? La notte del 12 marzo 2019 venne schierato come esterno destro d’attacco insieme a Mandzukic e Ronaldo. L’interpretazione del ruolo, più creativa e libera rispetto ad un esterno puro, conferì imprevedibilità all’attacco bianconero esaltando le caratteristiche del toscano. La stagione è ancora lunga ma per scalare le gerarchie di Pirlo è necessario un cambio di marcia, come quello che gli permise di guadagnare il rigore decisivo per completare la rimonta.

 

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close