CalcioCoppa ItaliaMilan

Juventus-Milan: il calcio ritorna con un big match di lusso!

Dopo più di tre mesi si torna a giocare, Juve e Milan in cerca di un pass per la finale

Finalmente ci siamo. Dopo due mesi di lockdown totale, anche il calcio sta tornando in grande stile, con una sfida ricca di storia e fascino quale Juve-Milan, valevole per la semifinale di ritorno di Coppa Italia. In un Allianz Stadium deserto, nel quale la Juve ha già battuto l’Inter l’otto marzo scorso, andrà in scena la prima partita dopo oltre tre mesi. Si riparte dal 1-1 della gara di andata quando un Milan coriaceo è stato in grado di bloccare sul pari la squadra di Sarri.

I bianconeri dovrebbero tornare in campo con il consueto 4-3-3. Nel tridente d’attacco, per la prima volta in stagione, accanto a Dybala e Ronaldo, potrebbe partire titolare Douglas Costa. A centrocampo spazio a Khedira, mai utilizzato nei primi tre mesi del 2020 causa infortunio, con Matuidi e Bentancour. Fuori Pjanic, ormai con la valigia in mano e pronto a salutare.

Dall’altra parte è emergenza per Pioli. Il tecnico emiliano che vuole giocarsi le sue ultime chance di rimanere a Milanello, dovrà fare i conti con una serie di assenze pesanti. A Torino infatti non ci saranno Theo Hernandez, Castillejo e Ibrahimovic, tutti assenti per squalifica. In attacco dunque tutto il peso ricadrà su Ante Rebic, preferito a Leao. Sulla trequarti spazio a Calhanoglu, Bonaventura e Paquetà, apparso in gran forma alla ripresa degli allenamenti.

Sarà una partita molto particolare, in uno stadio senza pubblico, a cui dovremmo abituarci, e con i giocatori reduci da meno di un mese di allenamenti. Fondamentale quindi dosare e gestire i ritmi. In più attenzione ai muscoli: negli ultimi giorni il tasso di infortuni è aumentato del 30% e gli stessi medici ricordano che in queste prime partite il “rischio stiramento” è dietro l’angolo.

La Juventus ovviamente parte da favorita, ma alla luce di queste condizioni, i novanta minuti di Torino potrebbero regalarci sorprese. Di sicuro sarà impossibile godersi un match divertente e veloce come quello dell’andata, ma è solo l’inizio. Il calcio riparte da qui. E lo spettacolo può solo aumentare…

Tags

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close