CalcioSerie C

Il derby lombardo finisce 1-1 col Monza in rimonta

Paletta sigla il gol del pareggio e trova la prima rete con la maglia biancorossa

Sul prato del Brianteo di Monza, finisce 1-1 il derby lombardo tra Monza e Como, al vantaggio comasco siglato Marano risponde Paletta nella ripresa che con il suo gol strappa il pareggio. Atmosfera fantastica nello stadio monzese, con coreografie e cori che fanno da cornice a un derby sentissimo rievocando antiche rivalità. Presente Shevchenko in tribuna con Galliani, contatti tra tifoserie prima della partita.

Il Monza apre la prima frazione creando subito problemi alla difesa comasca con un cross insidiosissimo di Armellino, Gliozzi non trova la deviazione vincente per un soffio. I biancorossi sono partiti a ritmi altissimi, pressing alto e varietà di passaggi e schemi di gioco con la squadra comasca che ha arretrato subito il baricentro. All’8′ minuto, Lepore sorprende la difesa e serve Finotto che tira a botta sicura, ma la sfera sbatte sulla traversa. Poco dopo altra palla in profondità biancorossa, stavolta è per Gliozzi, che da posizione defilata conlcude con il destro a incrociare, ma mette a lato. All’11 ci prova Chiricò con il mancino. il tentativo però finisce fuori misura. Due minuti dopo si affaccia in avanti il Como: è di Gabrielloni il primo tiro dei lariani, destro al volo da lontano, tanta potenza ma poca precisione.

Al 18′ ci prova Rigoni da lontano, ma anche il suo tentativo non impensierisce il portiere. Il Monza sfrutta molto le fasce e i cambi di gioco, Lepore crossa per Gliozzi che prova la torsione di testa, ma mette a lato. Al 25′ il Como recupera una palla velenosa nella mediana monzese, Marano riceve la sfera e da venti metri inventa un capolavoro che finisce sotto l’incrocio dei pali: è il gol del vantaggio comasco. Ora gioca sciolto il Como che riesce ad frenare un po’ gestendo la palla per sfruttare la situazione favorevole. Al 35′ si mette in mostra Peli, che semina il panico nella difesa biancorossa saltando tre avversari, poi però esagera e perde la sfera. Appare leggermente frastornato il Monza che commette un po’ di errori in uscita. Al 42′ Finotto riceve tutto solo in area, ma non riesce a trovare il tempo per la conclusione.

Nella ripresa, il Como parte subito forte, Peli trova Gabrielloni con un bel filtrante, l’11 azzurro scarica il destro con Lamanna in uscita bassa, la sfera sbatte sul portiere. Il Monza però non ci sta e poco dopo, Finotto salta Bovolon e tira da posizione decentrata, Zanotti mette in corner. Al 48′, sugli sviluppi del corner, Finotto prova la conclusione che sbatte sulla traversa, ma la palla è giocabile e Paletta di testa mette in rete:per il gol del pareggio. Gliozzi, al 53′, prova il tiro velleitario da distanza siderale, la sfera finisce alta sopra la traversa. La partita diventa fallosa in  mediana, c’è tanta tensione in questo derby. Dieci minuti dopo Cereghin prova con il destro a impensierire Lamanna, ma la palla finisce fuori. Ancora match arcigno a centrocampo, intanto comincia il carosello dei cambi.

Al 70′, Ganz raccoglie bene l’assist di Iovine, ma è troppo defilato per rendersi pericoloso. Cinque minuti dopo, altro legno per il Monza: da ottima posizione Armellino batte sicuro su assist di Anastasio, ma colpisce la traversa. Sugli sviluppi, Gliozzi segna in acrobazia ma la terna annulla mimando che aveva fermato il gioco. Al 75′ Lepore cerca il gol direttamente da calcio d’angolo, ma Zanotti è attento e non ha problemi. A dieci dalla fine Brighenti in area prova una sponda che però non arriva a destinazione, Peli libera l’area. All’88 su una respinta sbagliata di Peli si avventa Armellino, che ci prova d’istinto sparando in curva.

Cala il sipario sul derby del Brianteo: finisce 1-1 tra Monza e Como, con a segno Marano e Paletta. Gol pesante la prima rete di Paletta con la maglia biancorossa, che strappa il pareggio. Monza che rimane in vetta a +10 sul Pontedera, Como che avanza di un punto prezioso in classifica e raggiunge l’Arezzo.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close