CalcioCoppa ItaliaJuventus

Coppa Italia, alla Juve basta un tempo

I bianconeri superano la Roma grazie a una grande prima frazione di gara

Quarantacinque minuti sono bastati alla Juventus per sbrigare la pratica Roma e per qualificarsi, dopo un anno di assenza, alla semifinale di Coppa Italia dove incontrerà, in gara di andata e ritorno, la vincente tra Milan e Torino.

I primi venti minuti sono contrassegnati da un grande equilibrio con i giallorossi molto corti e raccolti in trenta metri Un atteggiamento coraggioso che viene punito al 25’ quando Ronaldo è bravo a concretizzare, con un tiro in diagonale, un banale pallone perso a metà campo dagli ospiti.

Un gol che innesca un monologo juventino nei successivi venti minuti in cui arriveranno diverse occasioni e due marcature, al 37’ di Bentancur e nel recupero, con un colpo di testa di Bonucci, entrambi su assistenze di Douglas Costa.

ORGOGLIO ROMA NEL SECONDO TEMPO

La prima mossa di Fonseca, all’intervallo, è la sostituzione di Kluivert con Santon e lo spostamento, in posizione più avanzata, di Florenzi. Una scelta che paga fin dai primi minuti: i giallorossi prima sfiorano la segnatura con un palo di Kalinic e poi accorciano le distanze con un tiro di Under che dopo esser finito sulla traversa finisce sulla schiena di Buffon per un inevitabile autogol al 50’.

La Juventus non sta a guardare e nonostante qualche imprecisione di troppo e un atteggiamento meno aggressivo produce un paio di occasioni importanti sempre con il Pipa Higuain. Nel primo caso l’argentino colpisce un legno su cross di Ronaldo (subito dopo il palo colpito da Kalinic) mentre al 62’ e strepitoso, sul suo tiro sottomisura, il portiere Lopez.

La Roma alza il baricentro costringendo Sarri ad operare cambi più difensivi con Ramsey e Matuidi che entrano al posto di Douglas Costa e Rabiot. Scelte che pagano con i padroni di casa che rischiano pochissimi negli ultimi venti minuti portando a casa la gara sul risultato di 3-1. Strepitosa la prova di Bentancur, decisamente il migliore in campo nelle file juventine.

Le due squadre si rituffano nel campionato per due impegni estremamente delicate: la Juve sarà di scena a Napoli mentre la Roma è attesa dal derby.

Poche ore prima del calcio di inizio è stato definito il passaggio di Pjaca al Cagliari con la formula del prestito, con diritto di riscatto.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close