CalcioInterSerie A

Conte: “Non sarà semplice ripetere i punti dell’andata”

Nella conferenza prima di Lecce Inter il tecnico nerazzurro fa il punto sulla sfida

In apertura un pensiero dedicato alla scomparsa di Pietro Anastasi di cui Conte ricorda una conoscenza personale importante che ha portato il tecnico a nutrire una grande stima dal punto di vista umano.

A proposito del Lecce:

“Penso che il Lecce stia facendo il suo percorso. Sono partiti per non retrocedere e hanno disputato delle ottime gare. Cercano di esprimere un buon calcio, giocando in maniera propositiva per raggiungere il risultato. Se il campionato finisse ora, avrebbe centrato il suo obiettivo. Hanno un bravo allenatore e una buona squadra. Auguro ogni bene al Lecce, ma dalla partita dopo di noi. Tornare a Lecce per me rappresenta sempre una grande emozione. E’ la mia città. Dove sono nato, cresciuto, diventato uomo. Ho tanti amici e parenti. E’ sempre qualcosa di speciale tornare qui. Detto questo, domani siamo avversari e cercheremo di vincere”

Quali sono le insidie della gara di domani?

“Di abbordabile la gara con il Lecce ha poco o niente. Si tratta della partita del girone di ritorno dobbiamo restare concentrati e mostrare la stessa voglia e determinazione delle ultime gare. Sappiamo che loro vogliono fare punti e dobbiamo fare attenzione. Dobbiamo dare segnali di concretezza”

Il nuovo acquisto Ashley Young farà parte dei convocati?

“E’ appena arrivato e non si può pensare minimamente che venga a Lecce. Sono mesi che questa squadra lavora su meccanismi e idee. Farà allenamento oggi e domani e poi la prossima settimana inizierà ad allenarsi con noi e poi eventualmente sarà a disposizione contro il Cagliari”

Quale sarà il suo ruolo?

“Stiamo parlando di un giocatore super esperto che ha 34 anni. Ha avuto un suo percorso importante. Nello United ha giocato a destra e a sinistra. E’ duttile. Nasce ala, ma sa giocare anche terzino o fare il quinto. E’ un calciatore affidabile che può completare la rosa, creando meno ansia o stress in caso di qualche infortunio. Non credo avrà difficoltà tattiche visto il ruolo che ricopre. Il quinto, nelle mie idee, ha i compiti più semplici. E’ arrivato con grande entusiasmo, ha esperienza. L’unica cosa da capire è la sua tenuta, visto che allo United non ha giocato molto. Va riportato alla giusta condizione fisica”.

Sul duello con la Juventus Conte spiega:

“Ripetere i risultati dell’andata non sarà semplice. Anzi, sarà molto difficile. Per farlo, dobbiamo allenarci di più e fare le cose con lo stesso entusiasmo, voglia e predisposizione. Andremo a Lecce col solito gruppo e contenti”

Mourinho ha parlato di lei a proposito di Eriksen. E’ dispiaciuto?

Non sono dispiaciuto, è normale amministrazione. Con José ci conosciamo e non c’è nessun problema.

Come si può gestire efficacemente lo spogliatoio durante la sessione di mercato?

“E’ il periodo più difficile per un tecnico perché vanno gestite tante situazioni che escono sui giornali. Alcune sono vere, altre no. Tutto questo può portare dei ‘virus” nello spogliatoio e non è semplice. Bisogna contare sulla professionalità dei ragazzi, che sanno di giocare per una squadra e non devono perdere concentrazione”.

Inevitabile poi la domanda sulla situazione legata allo scambio ormai in bilico tra Spinazzola e Politano e sulla posizione di Vecino, vicino al trasferimento in Inghilterra:

“Vecino non è a disposizione. Per quanto riguarda Politano, i calciatori sanno che era stata fatta una scelta tecnica e i giocatori erano d’accordo. Per il resto io non sono responsabile. Dovete chiedere ad altri”

La situazione di Politano:

“I discorsi tecnici li affronto con chi si presenta da me. La mia porta è sempre aperta. Alcune situazioni vanno accettate e sono sempre pronto ad ascoltare tutto e tutti. La situazione di Politano va gestita. Nella sua testa era già a Roma e voleva fare questo passaggio. Ci sono ancora 12 giorni per capire e cercheremo di risolvere la situazione nel migliore dei modi”

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close