CalcioInterSerie A

Bastoni, che esordio in Nazionale!

Impressionante prestazione dell'azzurro contro la Polonia

Alessandro Bastoni impressionante. Il centrale nerazzurro ha giocato una partita perfetta contro la Polonia in Nations League. Prestazione da roccaforte veterana contro uno dei centravanti più forti d’Europa: Robert Lewandowski. L’attaccante accasato al Bayern Monaco non è riuscito a pungere nella bagarre con il centrale interista, che dopo questa prova è sempre più proiettato a rimanere nella Nazionale maggiore. Sempre più leader in Nazionale, con Bonucci che gli ha affidato la sua maglia numero 19, e sempre più importante per l’Inter di Antonio Conte. Una prestazione da 7,5 per la Gazzetta dello Sport, che commenta cosi: Il futuro adesso. Giocate da veterano contro Lewandowski, un po’ giù ma sempre il boss. Non perde il colpo e si permette l’impostazione. Difficile che torni in Under 21”. 

Anche il compagno di squadra in nerazzurro e in nazionale Nicolò Barella ha sottolineato la prestazione “Che giocatore” – ha commentato il centrocampista sotto un post dello stesso Bastoni. Di sicuro non serviva la partita contro la Polonia per accorgersi del suo valore. Considerato tra i giovani più promettenti della sua generazione, nel 2020 Bastoni è stato inserito nella UEFA’s 50 top talents. Il talento italiano però non nasce centrale, ha iniziato la carriera come esterno basso, venendo poi spostato al centro, dato che conferma la sua duttilità.

SIRENE MERCATO  – Le sirene del calciomercato però spaventano i nerazzurri, alcune indiscrezioni trapelate affermano che Leonardo Bonucci avrebbe chiesto alla Juventus l’acquisto di Bastoni, dopo averlo osservato da vicino in nazionale. Secondo le indiscrezioni, i bianconeri hanno pensato di giocare la carta dello scambio alla pari con Merih Demiral, soluzione però non gradita ai nerazzurri, che chiedono in aggiunta un conguaglio di 20 milioni. Certamente alla Juventus fa gola come futuro difensore italiano, ma la speranza è che l’Inter si tenga il proprio gioiello senza cedere alle proposte. Bastoni ha ancora margini di miglioramento, è intelligente, forte, duttile ed è cattivo quando serve, ma soprattutto, è interista.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close