2019CalcioMilanSerie A

Atalanta-Milan: Disastro rossonero

Milan alla deriva

E’ inutile filosofeggiare, questa squadra è stata costruita male e pensata peggio. Mediocrità in tutti i reparti a partire da una dirigenza probabilmente non ancora adeguata. Questo Milan è stato ideato – da Mirabelli – per giocare con un 352 ed invece si è fossilizzato da anni su un mediocre 433. Il Suso centrico non ha mai funzionato veramente e ha portato pochissimi risultati. La presenza di Bonaventura e Calhanoglu non hanno di certo aiutato la fluidità di manovra, mentre Kessie dimostra, ancora una volta, di essere un giocatore spaesato e probabilmente stanco di correre senza risultati. Purtroppo anche Bennacer, in questi primi mesi, non ha di certo incantato per costruzione e manovra di gioco. Un altro tassello estivo che ad oggi risulta essere inadeguato. Non stiamo nemmeno a citare il fallimento annunciato che porta il nome di Rebic. I 120 anni andavano onorati con una squadra che avesse quantomeno una logica ed invece è stato fatto di tutto per deludere il popolo rossonero che ha sostenuto, con numeri incredibili, una formazione di bassissimo livello.

La storia rossonera ha sempre narrato di momenti bui e grandi risalite, probabilmente questo è uno dei momenti più neri, ma la luce infondo al tunnel sembra essere ancora molto distante. Intervenire sul mercato? Sarebbe utile se si pensasse a veri innesti e non acquistare tanto per farlo, perché di zavorre ormai ce ne sono anche troppe. La politica giovani? L’età conta poco, contano i giocatori forti e qui di veramente bravi non ce ne sono. Mediocrità e solo tanta mediocrità!

Che altro dire? Desolazione e ancora tanta desolazione. Save AC Milan!

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close